Blog: http://CrazyBoringLindySpace.ilcannocchiale.it

Conoscenze famose

Solidarietà e un briciolo di nostalgia si fondono in questo post che cita le vicissitudini di alcune mie vecchie conoscenze che (forse) hanno trovato la loro strada...

Venerdì 25 gennaio 2008, i Lost sono ospiti a Trl: 5 ragazzi che fino a un anno fa se ne vagavano anonimi o quasi fra le strade della mia città, facendosi le ossa suonando a feste e provando a casa propria, non in modo esageratamente tragicomico come le band che si vedono nei film, quelle che mettono i contenitori delle uova sulle pareti in modo da attutire il rumore e che si siedono sugli scatoloni del garage, ma pur sempre partendo dalla piccola realtà locale di Thiene.

Un moto di nostalgia mi pervade vedendo quei ragazzi, che non sono mai stati miei grandi amici, e neppure nemici, ma con i quali ho passato degli anni in classe insieme, con Giulio sia alle elementari che alle medie, con Spez solamente alle medie.
Ricordo con un sorriso quando ci prendevamo in giro bonariamente, o di quando Spez mi ha masterizzato il mio primo cd dei Linkin Park, o di quando si parlava di musica e io intervenivo per apportare le mie conoscenze in questo campo e loro si stupivano di quello che sapevo riguardo la musica rock o affine...
Tantissimi aneddoti potrebbero tornarmi alla mente, ma ciò che mi ricordo meglio di qualsiasi altra cosa è il fatto che sono partiti ascoltando il rock più duro, le influenze del crossover, i gruppi emergenti che faceva tanto figo menzionare perchè tanto non li conosceva nessuno, per poi approdare al pop/punk che suonano ora.


Mattia ha da sempre un chiodo fisso: diventare famoso, diventare qualcuno per sentirsi esaltato e apprezzato per le sue capacità mediatiche.
Mattia ha sempre avuto una grande presenza scenica, ha sempre saputo come far parlare di sè, in ogni posto in cui andava sapeva farsi notare, nel bene e nel male.
è a causa del suo carattere un pò anticonformista e spontaneo che le sue vicende hanno fatto il giro di Thiene, attirando la derisione di alcuni e le perplessità di altri.
L'ho sempre guardato con curiosità, sarà perchè la particolarità di certi personaggi mi incuriosiscono da sempre o perchè cercavo di capire come quel ragazzo potesse essere in grado di fregarsene di tutto e di continuare a comportarsi in quel modo così diverso, così inusuale, così incomprensibile per una massa di persone mediocri.
Omologazione è la parole che più detestava Mattia e nei suoi discorsi faceva largo uso di parole di questo tipo, forse per ricordarci che lui non era come tutti gli altri, lui era destinato a diventare Qualcuno.

Mattia il cantante, Mattia l'attore, Mattia lo showman.
Voleva diventare famoso ed è partito dalle piccole cose: diventando il protagonista del video dei Baustelle.

Pubblicato il 27/1/2008 alle 12.33 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web